Sono Adele Ceccarelli, di anni quarantasei sono sposata da ventinove anni con Luca e madre di Michelangelo ora quattordicenne, sono avvocato civilista, esercito la professione forense presso il foro di Rimini. Già presidente parrocchiale dell’Azione Cattolica, liberale nella prima Repubblica e forzista sin dal ’94, impegnata politicamente con ruolo elettivo dal 2014, Capogruppo di Forza Italia, Consigliere Comunale di maggioranza presso il Comune di Bellaria Igea Marina, ho partecipato alla vita, culturale e politica cittadina, mantenendo coerentemente il pieno appoggio e fiducia  alla buona amministrazione espressa dal Sindaco Enzo Ceccarelli con la sua giunta, nonché la puntuale collaborazione con i partiti della coalizione di centrodestra. Ho contribuito all’organizzazione degli eventi propagandistici del comitato BIM delle ragioni del NO al referendum, ad opera del Comitato del NO presieduto da Ersilio Brandi.  Dalla nascita del movimento Energie Per L’Italia, all’esito della conoscenza personale di Stefano Parisi, in occasione di un preliminare incontro conoscitivo e poi nell’organizzazione di un megawatt- convegno nazionale su turismo di Energie PER l’Italia  tenutosi a  Bellaria Igea Marina, nell’aprile 2017 ho sempre più convintamente abbracciato la sua linea politica innovativa e il progetto, fino a discostarmi dal partito di elezione, Forza Italia, per confluire nel nuovo giovane movimento, Energie Per L’Italia, nell’ottobre 2017, costituendone il gruppo consiliare. Cerco di vivere il cristianesimo nel nostro tempo, cercando di concretizzare l’impegno nel sociale, quale laica cristiana impegnata in politica, ispirandomi ai principi della serietà nella politica, dell’attenzione ai temi sociali, alla sussidiarietà, alla crescita economica, strutturale e del sistema Paese, nella buona amministrazione anche locale nel rispetto istituzionale delle legge e normative. Concepisco la politica come servizio agli altri e credo in un partito politico nel quale riconoscersi in ambito nazionale, come organismo collegiale, democratico e meritocratico, dove tutti sono protagonisti e compartecipi delle idee e dei progetti. Auspico una sempre più coesione nell’area del centrodestra e vedo l’area liberale, cattolica, popolare, come forza imprescindibile di tale area, che deve ritornare prevalente, perché è portavoce del buon senso, moderazione e operosità, appartenente alla maggioranza degli italiani, silenziosa, ma presente.  In Energie Per L’Italia dal luglio 2018 ricopro l’incarico di coordinatore Regionale Emilia Romagna, con particolare impegno verso l’area Romagna compresa Bologna, unitamente al co-coordinatore Giuseppe Pellacani di Modena, il quale si occupa prevalentemente dell’Emilia.

Facebook Comments